Benevento: la città delle streghe

0
Send Us An Enquiry
Send Us An Enquiry
Full Name*
Email Address*
Your Enquiry*
* I agree with Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step
Save To Wish List

Adding item to wishlist requires an account

238

Perchè prenotare con noi?

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Assistenza 24/7
  • Tour personalizzati e personalizzabili
  • Guide esclusivamente autorizzate

Hai una domanda urgente?

Non esitare a contattarci tramite numero di telefono. Saremo felici di risponderti e chiarire i tuoi dubbi e le tue curiosità.
Puoi usare questo numero anche per scriverci attraverso whatsapp: +39 380 9049 909, ma attenzione, non è una chat, quindi per domande più complesse è preferibile una semplice mail
Full Day
Max People : 40
Dettagli

Principale centro meridionale  longobardo dopo la caduta dell’impero romano, l’antico ducato di Benevento è legato alla legenda secondo cui gruppi di streghe erano solite riunirsi di notte intorno ad alberi di noce per invocare il loro signore. Tale credenza, in realtà, trae le proprie origini dalle antiche giostre organizzate dai cavalieri longobardi in onore dei dio Wothan. L’itinerario andrà alla scoperta di questo suggestivo centro del Sannio in cui miti ancestrali di antichi popoli si intrecciano fino ai giorni nostri: dal monumentale arco di Traiano, antica porta di accesso al nucleo antico, ai resti dell’antico teatro romano, ancora oggi perfettamente conservato, alla chiesa di Santa Sofia, celebre esempio di fusione tra l’architettura romana e barbarica e all’adiacente museo del Sannio, collocato nell’antico chiostro romanico del monastero, che conserva numerosi reperti sugli sviluppi artistici del territorio. Inoltre, non può mancare una passeggiata tra i vicoli del nucleo antico, passando per la famosa rocca dei Rettori e per il suggestivo hortus conclusus, museo a cielo aperto realizzato nel chiostro dell’ex convento di San Domenico, nel quale sono esposte opere del famoso artista contemporaneo Mimmo Paladino.

Foto